kkl2S.S. Kiabjé Kalu Rinpoce (1904-1989) nacque in Tibet orientale, nella provincia del Kham. Suo padre fu uno yogi realizzato, discepolo di tre grandi maestri iniziatori del movimento Rimè fra cui Djamgong Kongtrul Lodro Taye di cui Kiabjé Kalu Rinpoce è stato riconosciuto come uno dei principali eredi spirituali.

A 13 anni, fu ordinato monaco nel monastero di Pelpoung, il principale monastero Kagyu del Tibet orientale, sede del Tai Situpa. Proseguì gli studi ed ottenne molto velocemente il titolo di “Dottore in scienze naturali” (Khempo).

A 16 anni, compì il ritiro di tre anni dei lama e ricevette da Lama Norbu Tendrup, un essere perfettamente realizzato suo principale maestro spirituale, differenti trasmissioni e più particolarmente quella dei “cinque insegnamenti d’oro” del lignaggio Changpa del quale divenne il principale detentore.

A 25 anni, dopo aver studiato e praticato al seguito di numerosi lama, scelse di consacrarsi completamente alla pratica e divenne uno yogi errante. Praticò così, in luoghi di ritiro himalayani per 12 anni.

In seguito, verso i 37 anni, venne nominato “maestro di meditazione”(Dropen) al monastero di Pelpuoug, funzione che eserciterà per numerosi anni.

Nel 1957, all’età di 53 anni, mentre il Tibet attraversava un periodo d’instabilità politica, partì per il Bhutan, invitato come abate di un grande monastero e cappellano della famiglia reale.

Nel 1966, si stabilì in India, a Sonada, dove fondò il monastero e i centri di ritiro che diverranno la sua residenza principale e la sede della tradizioneChangpa Kagyu.

A quell’epoca, verso il 1968, incontrò i primi occidentali che diventeranno suoi discepoli. Durante gli anni seguenti, divenne uno dei maestri più stimati della tradizione tibetana e, su richiesta di Sua Santità il Karmapa e di Sua Santità il Dalai Lama, trasmise insegnamenti ed iniziazioni a numerosi importanti lama delle diverse scuole tibetane.

Nel 1971, accettò l’invito dei discepoli occidentali e si recò in Canada ed in America del Nord. Tra il 1971 ed il 1989, compì una decina di lunghi viaggi, tra cui più giri del mondo, e fondò un centinaio di centri del Dharma ed una ventina di centri di ritiro di tre anni, la cui responsabilità fu affidata a più di trenta lama suoi discepoli, che avevano compiuto il ritiro di tre anni.

Nel 1980, conferì a Lama Denys, il suo discepolo occidentale più anziano, la direzione spirituale del Karma Ling. Fino alla sua morte nel 1989 un insegnate infaticabile del Dharma in generale e del lignaggi Kagyu e Changpa in particolare.


ldtnbVen. Lama Denys Tendrup è il fondatore e superiore del “Sangha Dachang Rimé”, congregazione riconosciuta dallo Stato francese, che raggruppa l’Istituto Karma Ling e altri centri in Francia, in Europa e nel mondo.

Nato a Parigi nel 1949, Lama Denys Tendrup compie studi di medicina e filosofia, che lo conducono alla scoperta del Dharma del Buddha.

A 18 anni incontra nell’Himalaya indiano Kiabjé Kalu Rinpoce (1904-1989). Inizia allora a studiare il tibetano e comincia sotto la sua direzione una formazione tradizionale teorica e pratica. Poco tempo dopo, in Scozia, stabilisce una profonda connessione spirituale con il Viadyadhara Trungpa Rinpoce(1940-1897).

Due anni più tardi, si stabilisce in India e diviene il discepolo personale di Kiabjé Kalu Rinpoce. Questi lo introduce all’esperienza diretta degli insegnamenti di Mahamudra e di Dzogchen. In uno spirito Rimé, eclettico, riceve da Kiabjé Kalu Rinpoce e da numerosi grandi maestri dell’epoca il cuore degli insegnamenti e trasmissioni Kagyu, Nyingma e Sakya; tra questi: Dudjom Rinpoce, Kangyour Rinpoce, Dilgo Kyentsé Rinpoce, Tchobgyé Tri Rinpoce, Tchatral Rinpoce, Tuktsé Rinpoce, Pawo Rinpoce e Sua Santità il XVI Karmapa.

Divenuto il traduttore personale di Kiabjé Kalu Rinpoce, l’accompagna nei suoi primi viaggi in occidente. Nel 1976 contribuisce alla creazione del primo centro in occidente per il tradizionale ritiro di tre anni. Egli compie questo ritiro ed alla sua uscita, Kiabjé Kalu Rinpoce gli conferisce la responsabilità di insegnare.

Siamo nel 1980 ed è l’inizio di ciò che diverrà l’istituto Karma Ling nel 1984, Kiabjé Kalu Rinpoce lo nomina “Lama Vajracarya”, maestro delVajrayana e della sua trasmissione e lo incarica nel 1985 di dirigere il primo ritiro di tre anni organizzato all’Istituto Karma Ling.

Una formazione tradizionale tibetana e numerosi anni di pratica in ritiro associati ad un percorso universitario in Francia ed in India, fanno di lui un insegnate completo e particolarmente qualificato per presentare l’essenza della via del Buddha e della sua tradizione yogica di Mahamudra-Dzogchen. È notoriamente apprezzato per la chiarezza dei suoi insegnamenti trasmessi nella nostra lingua e sulla base della nostra cultura occidentale. Fautore della visione Rimé, contribuisce attivamente al dialogo intertradizione e transdisciplinare.

Presidente onorario dell’Unione Buddhista Europea e Membro del Comitato del Consiglio Inter Religioso dell’UNESCO, è anche cofondatore dell’Iniziativa delle Tradizioni Unite. Inspirato dall’apertura di Sua Santità il Dalai Lama, partecipa a numerose iniziative in favore dell’incontro delle tradizioni e dello sviluppo di una cultura di pace e di non-violenza.